Corso di Storia della cucina italiana

 

 

ASSOCIAZIONE
“UNIVERSITA’ POPOLARE MICHELE TESTA”

 

 

 

 

9. Corso di Storia della cucina italiana

Docente: Anna Maria Virgili
Lezioni quindicinali, il mercoledì dalle ore 17,00 alle ore 18,00

La cucina italiana è un patrimonio comune nato dalle varietà delle tradizioni alimentari, frutto di un insieme di fattori: l’eredità dei romani, le caratteristiche del suolo e dei prodotti comuni, i rapporti commerciali, l’influenza religiosa, lo scambio tra cultura delle città e della campagna, l’opera di molti sapienti cuochi, la tradizione locale e l’incontro di sistemi culturali diversi.
Si affronta il tema in via generale, un primo assaggio le cui tappe sono l’evoluzione storica della nostra cultura culinaria sviluppatasi attraverso profonde trasformazioni territoriali, sociali ed economiche, partendo dalla scoperta del cucinario dell’antico mondo mediterraneo, attraverso il Medioevo, il Rinascimento e lungo i secoli per arrivare ai giorni nostri. Scopriremo le curiosità, gli aneddoti, il linguaggio della tavola, i ricettari dei nostri antenati, le particolarità territoriali con i suoi prodotti, le realizzazioni gastronomiche locali che hanno segnato un modus operandi e in definitiva una cultura riconosciuta simbolo dell’eccellenza in tutto il mondo.

Le lezioni tratteranno i seguenti argomenti:

• Gli alimenti dell’antico mondo mediterraneo (la preistoria: le zuppe e i condimenti di 10.000 anni fa; le antiche civiltà: cosa e come mangiavano gli egizi, i greci, i romani),
• Il Medioevo (le invasioni barbariche, l’Alto Medio Evo e i monasteri, l’arrivo degli Arabi, i nuovi alimenti, la conservazione del cibo, la nascita delle prime cucine regionali),
• Il Rinascimento (la magnificenza e la fecondità gastronomica, i trattati di buone maniere, le Corti, il contado),
• Il Seicento (influenza della cucina francese, i nuovi prodotti, la pasticceria, la cucina popolare),
• Il Settecento (la ristorazione moderna, il momento conviviale, la formulazione delle ricette),
• L’Ottocento (Artusi e la sua opera “La scienza in cucina e l’arte del mangiar bene”),
• Il Novecento (la cucina futurista, la cucina durante il fascismo),
• La cucina contemporanea (la scoperta delle tradizioni regionali, la nouvelle cuisine, la tecnologia in cucina).


Torna all'offerta formativa dell'Università Popolare Michele Testa.

 

 


 

 

www.upmt.it - © copyright riservato - riproduzione vietata